Società

Società | 29 Jun 2007

LETTERA APERTA AI GIORNALISTI DI REPUBBLICA E UNITÀ di Enrica Bartesaghi

In qualità di presidente del Comitato verità e giustizia per Genova, vi scrivo per chiedere scusa.Chiedo scusa a nome delle centinaia di manifestanti arrestati, feriti, umiliati e torturati nel mese di luglio del 2001 a Genova, nelle strade, nelle piazze, alla scuola Diaz, nelle caserme di Bolzaneto e Forte San Giuliano.

Società | 27 Jun 2007

LA DITTATURA DI FATTO E LA DEMOCRAZIA APPARENTE di Carmelo R. Viola

Si parla di democrazia in maniera sempre più insistente nella totale ignoranza della biologia del potere. Tanto per cominciare occorre prendere atto che il potere non è qualcosa che possa esserci o meno – come pensano gli anarchici tradizionali, salvo ad esercitare il proprio – ma l’altra faccia della vita ovvero la vita stessa nella sua capacità di attuarsi. Si può dire “io posso, dunque sono”, il che non esclude l’”io penso, quindi sono” di Cartesio e l’”io mangio, quindi sono” di Gino Raya, solo annotando che il pensare e il mangiare sono possibili momenti della vita reale e quindi del potere. Chi non può pensare, non è, come chi non può mangiare. Ma ci riferiamo ovviamente all’uomo.

Società | 27 Jun 2007

VELTRONI SALVACI TU di Massimo Mazzucco

Da una parte i politici lamentano uno “scollamento” sempre crescente fra cittadino e istituzioni, dall’altra gli uomini della sinistra si affannano attorno al nuovo nome - Veltroni – come se fosse giunto il salvatore da una lontana galassia di esseri superiori. Dimostrando, in questo modo, di non aver capito assolutamente nulla del malcontento popolare, nè della situazione in generale.

Società | 26 Jun 2007

IL MANAGER DELLA PERCEZIONE di Enrico Sabatino

È risaputo quanto sia sempre stata importante per il Potere un’informazione manipolata, un’informazione deviata ad hoc che comportasse poi tutta una serie di conseguenze nella percezione dell’opinione pubblica.Per esempio, nel 2006 gli omicidi in Italia sono stati 621, un dato sensibilmente inferiore ai 1901 omicidi del 1991; e mentre gli omicidi commessi dalla criminalità organizzata nel 2006 hanno toccato il minimo storico (121), sono aumentati invece quelli originati in ambito familiare o per passioni amorose (192).Eppure oltre una persona su quattro si sente poco o per niente sicura quando cammina sola al buio la sera nel proprio stesso quartiere.

Società | 22 Jun 2007

UNA VERGOGNA NAZIONALE di Massimo Mazzucco

Nicola Calipari continua a morire. La prima volta è stato ucciso in Iraq, da proiettili alleati (dire “fuoco amico” sarebbe troppo offensivo per chiunque). La seconda volta è stato ucciso quando nessuno fra i nostri governanti ha saputo imporre agli Stati Uniti una seria presa di responsabilità, con un riconoscimento di colpa che era palesemente dovuto. E ieri è morto per la terza volta, con la notizia, peraltro già scontata, che il Dipartimento della Difesa USA (Pentagono) si rifiuta di comparire come responsabile civile nel processo contro Mario Lozano, il soldato americano che ha sparato a Calipari.

Società | 07 Jun 2007

TERRORISMO E GUERRA PSICOLOGICA: DA TAVISTOCK ALLO SCUDO SPAZIALE

di Davis Fiore

L'attenta analisi di fatti e avvenimenti rivela che, in un gran numero di casi, assassini, terroristi e guerrafondai hanno una sola cosa in comune: hanno ricevuto trattamenti psichiatrici o sono stati indottrinati con metodi di controllo psicologico o psichiatrico. Il caso di Hitler è esemplare, ma non unico​...

Società | 31 May 2007

SOTTO I VOSTRI OCCHI di Maurizio Blondet

Sparano, uccidono, massacrano da giorni e da notti.Khalil al-Haja, membro del consiglio legislativo palestinese e leader di Hamas, è salvo: ma i missili israeliani che lo avevano preso di mira nella sua casa gli hanno ucciso la moglie e i figli.

Società | 28 May 2007

I COSTI DELLA POLITICA di Paolo Cortesi

Accipicchia! L’Italia s’è desta!! Uno degli argomenti di attualità, oggi, ha per tema “i costi della politica”, o qualcosa del genere.Ovvero: i mass media scoprono che l’Italia è dominata da una oligarchia di rapaci feudatari che percepiscono stipendi parossistici, faraonici, roba da gran visir delle Mille e Una Notte.

Società | 22 May 2007

E FANNO CINQUE. ANZI, SEI di Massimo Mazzucco

Dopo Donald Rumsfeld, Karl Rove, John Bolton e Scooter Libby, Paul Wolfowitz è il quinto "pezzo grosso" dell'armata neocons - che sette anni fa si era letteralmente impadronita del potere a Washington - a cadere nel dimenticatoio. E la settimana prossima tocca ad Alberto Gonzales, che con la sua ostinazione a non voler lasciare il Ministero di Giustizia ha costretto la commissione senatoriale a convocare un voto di sfiducia nei suoi confronti.

Società | 18 May 2007

GENOVA: LA CONDANNA IMPRONUNCIABILE di Giorgio Mattiuzzo

Quello che segue, cari lettori, è il racconto di un fatto mai avvenuto, la descrizione di una storia mai scritta, la narrazione di quello che non esiste. Non vi è alcuna pretesa di autenticità o di realismo; è solo un racconto. È una storia lunga, che risale a molto tempo fa, e per questo in tanti l'hanno dimenticata.

Società | 18 May 2007

LA CINA DEPORTA ALTRI TIBETANI di Maurizio Blondet

Pechino lo rifà: in questi mesi sta trasferendo a forza 250 mila tibetani da villaggi rurali isolati in «villaggi socialisti» in via di costruzione.La cifra è enorme: si tratta di un decimo della popolazione, o di quel che ne resta dopo che l’occupazione cinese del Tibet, nel 1950, ha portato alla morte di un milione e 200 mila tibetani.

Società | 08 May 2007

LE VITE DELLA STASI di Maurizio Blondet

Ringrazio il lettore (non ne ritrovo la mail) che mi ha suggerito di andare a vedere «Le vite degli altri»; l’ho visto – con imperdonabile ritardo – e lo segnalo ai lettori come visione necessaria.

Società | 07 May 2007

FEUDALESIMO, OGGI di Paolo Cortesi

“La Repubblica” del 4 maggio riassume i punti salienti di uno studio (“Iscritti, dirigenti ed eletti”, pubblicato dalla Università Bocconi Editore di Milano), frutto di anni di lavoro di tre ricercatori accademici.

Società | 04 May 2007

ALBERTO "NON RICORDO" GONZÅLES di Massimo Mazzucco

"Il Dipartimento [Ministero] di Giustizia sta vivendo la più grave crisi di leadership in 137 anni di esistenza".Con questa frase il senatore democratico Patrick Leahy ha aperto la sessione della Commissione Parlamentare di Giustizia, di cui è presidente, che ha interrogato oggi Alberto Gonzàles, attuale Ministro di Giustizia, sui licenziamenti ingiustificati di otto giudici federali, avvenuti qualche mese fa.

Società | 11 Apr 2007

LETTERA APERTA A DANIELE MASTROGIACOMO di Massimo Mazzucco

Egregio Signor Mastrogiacomo, io non so assolutamente chi lei sia - non so se di mestiere faccia il giornalista, la spia, o l'allevatore di trote - ma la cosa non mi interessa minimamente.

Società | 23 Mar 2007

MASTROGIACOMO: QUANTO CI COSTA (IN SOLDI E DISONORE) di Maurizio Blondet

Ascolto la radio in auto, e non c’è dubbio: il governo Prodi sta trasformando l’avvenuta liberazione di Daniele Mastrogiacomo in un trionfo pubblicitario per il governo stesso. I TG intervistano in ginocchio Dini (Commissione Esteri) e Ranieri e gli altri sottosegretari; Gino Strada è l’eroe; il direttore di Repubblica sventola la bandiera italiana.

Società | 16 Mar 2007

CAPRICCIO DI RE, SFARZO DI REGINA di Paolo Cortesi

La storia ci offre curiosi esempi di prevaricazione e sopruso da parte del potere. (Mi rendo conto che è un pleonasmo: potere è sempre sopruso; ma qui intendo esempi di prevaricazione addirittura grottesca).

Società | 07 Mar 2007

I PADRONI DELLE NOTIZIE di Paolo Cortesi

Ho conosciuto Giuseppe Altamore in occasione dell’ultimo congresso di Nexus, nel quale eravamo entrambi relatori. Apprezzai la sua pacatezza nell’esporre dati e fatti inquietanti, come il mercimonio di un bene vitale universale qual è l’acqua.

Società | 05 Mar 2007

UNO SLAVO E IL SUO PRESIDENTE di Nikola Duper

Lettera aperta a Giorgio Napolitano

Società | 02 Mar 2007

FRATELLI D'ITALIA di Pablo Ayo

Impressioni, pensieri, nostalgie, mentre i giardini di Marzo si riempiono di nuovi colori. Riflessioni, dovute e legittime, su di un mondo che cambia, raramente in meglio, avvicinandosi sempre di più al 'break point', il punto di non ritorno, come un'autobus in bilico su di un crepaccio che supera il proprio baricentro e inizia l'inarrestabile caduta verso il nulla.

Società | 14 Feb 2007

INGHILTERRA, SPOGLIATI DELLE LIBERTÀ di Marco M

Il governo inglese sta pianificando di aggiungere ai milioni di telecamere CCTV che sorvegliano le strade britanniche, delle telecamere a raggi X che mostrino i passanti nudi per scovare armi o bombe.

Società | 12 Feb 2007

CHE FARE? di John Kaminski

Ci sono domande alle quali io non so rispondere. Forse tu ci riesci.

Società | 12 Feb 2007

UN’ALTRA OCCASIONE DI MORTE di Paolo Cortesi

È la peggiore sensazione di un brutto deja-vu.O il ritorno di un incubo che si sperava non fosse così imminente. L’irruzione dell’assurdo è ormai quotidiana, ma non per questo, ogni volta, fa meno male.

Società | 07 Feb 2007

UNA CORSIA DI BUONA VOLONTÀ di Pablo Ayo

Stamani, mentre mi recavo a lavoro in auto, ho visto l'ennesima ambulanza correre a sirene spiegate verso qualcuno che necessitava aiuto. E, per l'ennesima volta, l'ambulanza stentava a passare per la corsia d'emergenza, dato che, in piena ora di punta, la stessa era assolutamente intasata da macchine che la bloccavano. Più avanti ebbi modo di osservare l'incidente stesso, e mi domandai se l'ambulanza fosse giunta in tempo.

Società | 01 Feb 2007

DOMANDA IMPOSSIBILE di Paolo Cortesi

  Non è mai saggio affidarsi ai giornali per cercare di comprendere il tempo in cui viviamo. Un luogo comune, ormai vecchio e del tutto sfatato, voleva che il quotidiano fosse il termometro del nostro presente e la cartina al tornasole della nostra società.  

Società | 24 Jan 2007

IL NAZISMO BRUCIAVA I LIBRI, LA DEMOCRAZIA IMPRIGIONA GLI SCRITTORI di Gianfredo Ruggiero

A Vienna, lo scorso novembre (2005, ndr) è stato arrestato lo storico e accademico inglese David Irving per aver messo in dubbio l’Olocausto. Rischia fino a vent’anni di carcere.

Società | 17 Jan 2007

PER CHI NON SUONA MAI LA CAMPANA di Paolo Cortesi

Non è la prima volta, purtroppo, che gli scienziati mettono in guardia sulle gravi condizioni del pianeta: da anni, leggiamo sui giornali di allarmi sul buco d’ozono, sulla deforestazione, sul riscaldamento globale.Però, quello di pochi giorni fa, è il primo allarme basato sulle ripercussioni economiche catastrofiche che avrà la devastazione del pianeta se non si cerca un immediato (ormai tardivo?) correttivo.

Società | 16 Jan 2007

LO PSICHIATRA E IL MECCANICO di Carlo Cantalupi

In questi giorni un quotidiano riportava che lo shopping natalizio compulsivo è una sindrome psichiatrica, con la solita solfa: x% della popolazione ne è affetta, si citano casi limite ma, dulcis in fundo, ci sono loro e le loro cure miracolose.

Società | 02 Jan 2007

L'IMPICCAGIONE DELLA VERITÀ di Pablo Ayo

Il nostro meraviglioso mondo occidentale è basato su alcuni presupposti, morali, psicologici, financo religiosi, che sono imprescindibili. Naturalmente, da un punto di vista pratico, sociale, politico ma sopratutto economico, lo stesso mondo occidentale si basa su degli assunti così crudeli e disumani, così cinici e moralmente riprovevoli, che nessuna persona di buon cuore sarebbe mai disposto a sottoscriverli.

Società | 02 Jan 2007

MORIRE E VEDERE di Paolo Cortesi

La notizia dell’impiccagione era stata data da poche ore, e la mia amica giornalaia mi chiese: “Hai visto il video?”Io risposi che avevo visto la sequenza iniziale, quella in cui a Saddam veniva messo il cappio al collo e c’era accanto a lui, fra le varie persone a viso coperto, un tale che pareva gli spiegasse con particolari minuziosi (gesticolava molto) come si sarebbe svolta l’esecuzione.

Società | 11 Dec 2006

LA DISTRUZIONE DI JOSE' PADILLA di Stephen Soldz

Oggi il New York Times ci ha regalato uno scorcio della sistematica distruzione di un essere umano, con la descrizione del trattamento "di routine" nei riguardi del cittadino degli Stati Uniti Jose Padilla, detenuto per anni senza accuse e definito come "combattente nemico"; fino a che il governo, alla vigilia di una cruciale udienza che poteva essere la sfida finale alla facoltà di trattenere qualcuno senza alcuna prova a carico, ha deciso di condannarlo comunque.

Società | 07 Dec 2006

SCARAMELLENKO di Maurizio Blondet

«Ho in corpo una quantità di Polonio 210 cinque volte quella considerata mortale», telefona Scaramella da Londra.E nonostante ciò, sta benissimo.Una salute di ferro su cui la scienza dovrà un giorno pronunciarsi: forse il DNA di Scaramella cela un gene anti-polonio?

221 elementi totali - Pagina 6 di 7 - 32 elementi per pagina
Privacy Policy   |   Cookie Policy