Come è già stato affermato più volte da diversi ricercatori, vari elementi tecnologici del passato sono stati spesso mal utilizzati o fraintesi a causa della mancanza di conoscenze corrispondenti. Tali oggetti sono stati spesso divinizzati o trasformati in qualcosa di primitivo, il che dimostra ancora una volta che nella storia umana ci fu una determinata lacuna, quando le persone persero la propria conoscenza e la connessione con il proprio passato. Questo articolo si concentrerà su uno degli oggetti usati in modo improprio: il caminetto.

Tutti sanno che i caminetti vengono usati per riscaldare, tuttavia poche persone sanno come funzionano esattamente, in particolare quando si prende un vero e proprio caminetto perfettamente funzionante, ma non la sua versione decorativa/estetica. Un caminetto standard è in realtà tra i dispositivi di riscaldamento più inefficienti che si possano utilizzare. Infatti, può essere così inefficiente che in alcuni casi rende la vostra casa più fredda. Accade perché il calore più forte dal fuoco, che va verso l'alto, sale direttamente al camino e si disperde. Inoltre, in aggiunta al rischio di incendiare la casa, il fumo che finisce all'interno della stanza può contenere sostanze chimiche nocive, che possono anche diventare un problema significativo.

Ora immaginate qualche casa d'epoca del XIX secolo con grandi stanze, da qualche parte in Olanda, dove gli inverni sono rigidi. Un normale camino non sarebbe in grado di riscaldare tale casa in tali condizioni, a meno che non sia stato trasformato in una stufa in maiolica (stufa in muratura) come nell'esempio qui sotto:

Un caminetto del 19° secolo, modificato in stufa in maiolica.

Ora facciamoci una domanda ragionevole: perché i caminetti sono stati messi in queste case se non potevano fare il loro lavoro? Ovviamente non per motivi estetici. Forse il clima del nord era più mite in quel periodo. Tuttavia, i caminetti hanno camini e qualsiasi esperto confermerà che in un clima caldo un caminetto è molto più difficile da utilizzare a causa del ritorno di fiamma. Allora, qual è il punto? Proviamo a capirlo. Più è vecchio un camino, e più assomiglia ad un baldacchino sopra un fuoco acceso direttamente sul pavimento.

Un caminetto del 17° secolo, Francia.

Un caminetto del 17° secolo, Austria.

Inoltre, alcuni vecchi caminetti sono più alti di una persona comune.

Esempi di vari caminetti del 18° secolo, Europa.

Sembra che l'illustratore non abbia mai acceso un falò. Anche con una buona ventilazione, la maggior parte del fumo rimarrebbe all'interno della stanza. Le persone sedute vicino al grande camino sembrano dei selvaggi i quali, entrati in un palazzo di lusso abbandonato, non sono riusciti a trovare un uso migliore per il caminetto se non quello di bruciare legna all'interno. In realtà, molte fonti sostengono che gli uomini moderni erano solo dei selvaggi che presero il controllo di antichi edifici (e di altre cose rimaste da una civiltà precedente e più avanzata) in qualche periodo del XVIII secolo, dopo un evento storico globale sconosciuto. La maggior parte delle incisioni dell'epoca raffigurano caminetti di grandi dimensioni, e sembra che questo sia il loro aspetto originale.

Esempi di vari caminetti del 18°-19° secolo, Europa.

Naturalmente, i vecchi caminetti non potevano essere usati correttamente per bruciare la legna nella loro configurazione originale, quindi sono stati modificati per nuovi metodi di utilizzo.

Un caminetto del 19° secolo, Francia, Digione.

Un caminetto del 19° secolo, Francia, Digione.

Basta osservare la qualità del caminetto stesso e la qualità delle piastrelle bianche che sono state messe in seguito, al fine di ridurre le dimensioni del focolare. Il fatto è ovvio – i proprietari della casa hanno allestito questo caminetto, e poi lo hanno maldestramente modificato. Aspetta un attimo, cosa sono queste cose in piedi vicino al caminetto (evidenziate in rosso)? Sono lì per motivi estetici o entrate solo accidentalmente nella foto? Probabilmente stanno lì per un motivo, considerando che quasi tutte le immagini presentate mostrano oggetti simili vicino al caminetto.

Esempi di diversi caminetti del 19° secolo.

Come potete vedere, tutti i caminetti mostrati sopra hanno una caratteristica comune: una piastra metallica dietro il focolare (o l'intero focolare in metallo) e oggetti dall'aspetto di calice metallico. Questi oggetti possono essere di varie dimensioni, mentre i più grandi sono di solito posizionati vicino ai bordi di un caminetto. La funzione delle piastre metalliche è abbastanza chiara: riflettono i raggi infrarossi quando il caminetto si riscalda, come fa un normale caminetto. I calici, d'altra parte, non hanno nulla a che fare con un normale caminetto che si riscalda dalla combustione. Gli europei probabilmente non riuscivano a capire la funzione originaria di questi calici, ma a causa della loro mentalità decisero di mantenerli intatti. Questi calici non sono altro che condensatori di etere, che amplificano l'elettricità in un conduttore lungo il quale sono posizionati. A quanto pare in origine questi caminetti non erano stati progettati per bruciare la legna. Il loro segreto probabilmente risiede da qualche altra parte.

Immaginiamo che il caminetto e il tetto siano collegati da giunture metalliche attraverso il camino (come nell'immagine). L'intera costruzione diventa un unico conduttore solido, collegato alla piastra metallica del focolare.

Un caminetto del 19° secolo, Francia.

I condensatori eterici, posti vicino al caminetto, provocano correnti parassite (correnti di Foucault) nel telaio metallico, che li trasmette alla piastra metallica. Ecco come potrebbe apparire:

L'intensità della corrente elettrica al centro della piastra metallica probabilmente era così elevata da rendere la piastra incandescente e irradiare calore. È possibile che ci fossero altri segreti all'interno del caminetto. Condensatori simili potrebbero essere stati installati anche nella parte superiore del focolare. Inoltre, il camino aveva la propria funzione di rimuovere l'aria che diventava malsana dopo il contatto con il metallo incandescente.

Un caminetto del 19° secolo, Belgio.

Guardate questo caminetto, non c'è nemmeno posto per il legno (a meno che il portello dietro il radiatore non sia una modifica moderna). Ci sono molti caminetti simili.

Un caminetto del 19° secolo, Parigi.

Questo è il vero caminetto, come dovrebbe essere. A giudicare dal suo aspetto, è probabilmente il pezzo forte di qualche museo, che non è stato usato per bruciare legna. Ma se questo caminetto fosse stato ancora in funzione nel 19° secolo, quando è stata scattata la foto? Potrebbe benissimo essere. In effetti, ci sono molte prove e ragioni per considerare un ripensamento della storia, ma chi lo farà?