La Grecia é diventata la prima nazione ad annunciare che attuerà un programma di vaccinazioni obbligatorie contro l'influenza suina, nonostante le paure sulle iniezioni contenenti mercurio e squalene.

Nonostante il fatto che non ci sia stato assolutamente nessun caso di morte imputabile all'influenza suina nel paese mediterraneo, il governo greco ha deciso di immunizzare la sua intera popolazione di 12 milioni di persone, garantendo così praticamente che diverse migliaia di esse saranno danneggiate od uccise dal vaccino per il quale é stata programmata una corsia preferenziale per l'approvazione che non prevede nessuna sperimentazione sugli esseri umani.

“Abbiamo deciso che l'intera popolazione, tutti i cittadini ed i residenti, senza eccezione, saranno vaccinati contro l'inlfuenza suina” ha detto il ministro della sanità Dimitris Avramopoulos said dopo una riunione del consiglio dei ministri.

“Stiamo solo aspettando l'approvazione dell'Unione Europea per iniziare a vaccinare tutti” ha riferito alla Reuters un funzionario del ministero della sanità.

Come sottolineato la scorsa settimana molte partite del vaccino contro il virus H1N1 conterranno mercurio, una tossina collegata all'insorgenza di autismo e disturbi neurologici. I casi di autismo negli U.S.A. sono aumentati del 1.500% a partire dal 1991, ovvero da quando é stato raddoppiato il numero di vaccini somministrati ai bambini.

L'iniezione vaccinale contro l'influenza suina conterrà anche il pericoloso ingrediente squalene, che é stato direttamente collegato ai casi di Sindrome del Golfo e a tutta una serie di altre malattie debilitanti.

Lo squalene “ha contribuito alle reazioni a cascata denominate Sindrome del Golfo, artrite, fibromialgia, linfoadenopatia, eruzioni cutanee, eruzioni cutanee fotosensitive, eruzioni cutanee alle guance, sindrome da fatica cronica, cefalea cronica, perdita anormale di peli, lesioni cutanee inguaribili, stomatite aftose, vertigini, debolezza, perdita di memoria, colpi apoplettici, cambiamenti dell'umore, problemi neuropsichiatrici, effetti negativi sulla tiroide, anemia, elevato indice di eritrosedimentazione, lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla, Sclerosi Laterale Amiotroficafenomeno di Raynaud, sindrome di Sjorgren, diarrea cronica, accessi di sudore notturno e leggera febbre” secondo quanto riferisce la La micropaleontologa dottoressa Viera Scheibner. (ALS),

Le autorità sanitarie sia in Gran bretagna che negli Stati Uniti hanno sottinteso che la prossima vaccinazione di massa contro il virus H1N1 sarà obbligatoria, ma nessuna decisione formale é stata comunicata alla popolazione. Tuttavia entrambi i paesi si stanno procurando abbastanza dosi per coprire l'intera popolazione.

Un cittadino che era preoccupato dall'eventuale programma di vaccinazione di massa obbligatoria in vista della pandemia di influenza suina ha chiamato il Ministero della Sanità dell'Arkansas per avere informazioni al riguardo, solo per sentirsi rispondere che le vaccinazioni obbligatorie sono costituzionali e che potrebbero essere attuate dal governo con la minaccia della forza se necessario.

Le compagnie farmaceutiche sono state rassicurate che non dovranno affrontare nessun procedimento legale per le molte migliaiaia di infortuni e di morti che inevitabilmente avverranno come risultato dell'esposizione di milioni di persone al mercurio ed allo squalene nel corso di un programma di vaccinazione di massa, perché il governo ha già emanato un atto per fornirle di immunità giuridica contro le azioni penali.

“I produttori dei vaccini ed i funzionari federali saranno protetti da ogni azione legale connessa con la somministrazione di qualsiasi nuovo vaccino contro l'influenza suina, da un documento firmato dal Ministro per la Sanità ed i Servizi Sociali Kathleen Sebelius,” ha riferito l'Associated Press lo scorso mese.

Traduzione dell'articolo "Greece To Enforce Mandatory Swine Flu Vaccinations"
di P. J. Watson apparso sul sito
prisonplanet.com il 3 agosto 2009.

Fonte: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/08/vaccinazioni-obbligatorie-in-grecia.html