In un paese in cui "senti come lavorano gli addominali?"
In un paese in cui "quest'anno mi faccio anch'io il suv"
In un paese in cui "se è finito dentro avrà fatto qualcosa"
In un paese in cui "ti auguro una buona giornata"
In un paese in cui "bisogna fare le riforme"
In un paese in cui "non ho pregiudizi, io ho tanti amici omosessuali"
In un paese in cui "ma se vanno in giro con gonne così corte, poi è chiaro che succede quel che succede"
In un paese in cui "leggere un libro mi annoia, magari me lo faccio raccontare"
In un paese in cui "ci vorrebbe più polizia, allora saremmo più sicuri"
In un paese in cui "ma che stiano a casa loro"
In un paese in cui "ci vorrebbe la pena di morte"
In un paese in cui "ma chissenefrega come ha fatto i soldi Berlusconi"
In un paese in cui "io ho lavorato per farmi la seconda casa"
In un paese in cui "ma dov'è questa crisi? io vedo che le spiagge sono piene di gente"
In un paese in cui "Padre Pio non ti abbandona mai"
In un paese in cui "la politica è tutta una porcheria"
In un paese in cui "ci vorrebbe un uomo con le palle per metterci in riga"
In un paese in cui "gli altri si arrangino, come ho fatto io"
In un paese in cui "le nostre radici sono cristiane"
In un paese in cui "in fondo il servizio militare faceva bene ai giovani, li preparava alla vita"
In un paese in cui "ma se nessuno comanda come si fa?"
In un paese in cui la ragionevolezza, l'etica, la pietà, la solidarietà, il rispetto, la condivisione e la speranza sono vuote parole, o forse sono addirittura colpevoli ingenuità, in un tale paese la barbarie sta per eclissare la civiltà. Voi da che parte state?
 
Paolo Cortesi