Una notizia positiva proviene dalla Russia, anzi proprio dalla capitale della nazione eurasiatica. Se sono rari i casi di corsi d'acqua nelle nostre città in cui ci si possa immergere, per nuotare, pescare e fare ciò che fino a qualche decennio fa si poteva fare senza rischi per la salute o senza doversi allontanare di chilometri per raggiungere le coste o i laghi montani, nella capitale russa è invece stato presentato un progetto per ripulire le acque della Moscova, che darà i suoi frutti già a partire dal 2018. [Redazione]


Gli abitanti di Mosca non dovranno preoccuparsi a lungo di non poter fare un tuffo nelle acque della Moscova (il fiume che scorre attraverso la capitale russa, ndr) dopo l'annuncio dell'installazione di 53 impianti di trattamento delle acque reflue all'interno dei confini della città, riportato venerdì (10 luglio, ndr) dall'agenzia di stampa Interfax.

Gli impianti di trattamento delle acque saranno costruiti come parte di un progetto per migliorare la situazione ecologica della Moscova ed alcuni saranno pronti già nel 2018, secondo il capo architetto cittadino Sergei Kuznetsov, citato da Interfax.

"Dopo che queste strutture inizieranno ad essere operative il fiume diventerà a pieno titolo parte della città. Si potranno pescare pesci o fare il bagno senza problemi"

ha detto Kutsenov all'agenzia di stampa.
Le autorità stanno inoltre pianificando di migliorare i collegamenti di trasporto e accesso pedonale lungo il fiume di Mosca come parte dei suoi piani di sviluppo, secondo quanto detto ad Interfax da Marat Khusnullin, responsabile cittadino per lo sviluppo urbano e l'edificazione.

Fonte: themoscowtimes.com 
Traduzione italiana di Nexus Edizioni


Può interessarti anche l'articolo
Acque marine e acque reflue depurate in 2 minuti e mezzo,
su Nexus New Times n. 117