qualche ufficio del Congresso? E' lungo 342 pagine ed è giunto attraverso il
processo legislativo degli Stati Uniti come un coltello caldo attraverso il
burro. I senatori lo hanno votato con 98 voti a favore contro 1 e la Camera
lo ha confermato con 357 a 56, ma nessuno di coloro che l'hanno approvato
avrebbe avuto il tempo di leggerlo e di esaminarlo ben bene. E' stato un
atto di fiducia mal riposta nel governo, perché l¹Atto Patriottico è
potenzialmente il pezzo di legislazione in assoluto il più pericoloso nella
storia degli USA.

L¹Atto modifica 15 Statuti. Sono state estese le prerogative, l'autorità
personale e il dominio del presidente degli Stati Uniti sino ad includere
poteri drastici e quasi imperiali che minacciano le libertà di tutti gli
Americani.

Un motivo per il quale l'Atto Patriottico sta preoccupando gli stranieri è
che l¹espansionismo militare e la dominazione economica degli Stati Uniti
riguardano in maniera drastica tutto il mondo. Ciò che è deciso oggi a
Washington domani è immensamente importante per ogni altra capitale. Siamo
tutti dipendenti dalla politica degli USA in un modo o nell¹altro.Pertanto è
appropriato piuttosto che non pertinente che il resto del mondo si metta a
commentare le faccende interne degli USA quando queste inevitabilmente hanno
a che fare con ogni persona sulla terra.

Un altro motivo è che ci sono echi allarmanti del 1930, quando un
personaggio nazionale semieletto e alla fine scelto accumulò un potere tale
da essere inspiegabile alla gente del suo paese, e andò avanti a fare caos
sino a che l¹intero mondo fu scosso dalle sue fondamenta.

Vi sorprende o vi fa ridere sapere che potrebbe esserci un parallelo fra
Bush ed Hitler? Molto bene. Ma per favore leggete l'Atto prima.

L'Atto Patriottico ricorda in modo orribile il Decreto per la Protezione
della Nazione e dello Stato" che divenne legge nella Germania Nazista nel
Febbraio del 1933. Le sue clausole vennero descritte da John Toland, nel suo
magistrale "Adolf Hitler", come apparentemente innocue mentre in pratica
stavano distruggendo ogni ragionevole diritto umanitario posseduto in
passato dal popolo tedesco. Ci furono "Tribunali approntati per trovare i
nemici dello stato", e Toland osservò che Hitler rese la sua legislazione
(la "Legge Delega") moderata e promise di usare i suoi poteri d'emergenza
"soltanto per quanto fosse essenziale prendere misure vitalmente
necessarie". Non suona questo orribilmente familiare? E chi dovrebbe
decidere se una misura è "vitalmente necessaria"? Il motivo, l¹uomo che
esercita il potere totale, naturalmente. ("Abbiate fiducia in me!" è sempre
il grido del dittatore allo stato iniziale.)

Così il decreto di Hitler e la successiva Legge Delega del Reichstag non
furono mai modificati o abrogati, perché diedero all¹uomo che fu servito da
una legislatura intensamente patriottica e servile gli strumenti di cui
aveva bisogno per tenerlo sotto controllo. Questo è il motivo della
campagna energetica di Bush per evitare che l¹Atto Patriottico fosse
soggetto alla vigente "clausola tramonto" per cui la maggior parte dei suoi
dispotici articoli dovrebbe estinguersi l¹anno prossimo. E¹ stata sostenuta
da una legislatura appassionatamente patriottica e servile: sarà abrogata da
qualcuno?

E¹ alquanto irrilevante che Hitler nel 1933 venne nominato Cancelliere della
Germania dal Presidente Hindenburg, in legale accordo con la Costituzione di
Weimar, proprio come Bush fu nominato presidente degli Stati Uniti dalla
Suprema Corte nel dicembre del 2000. Poco dopo che Hitler raggiunse il
potere il palazzo ospitante il Parlamento, il Reichstag, fu dato alle
fiamme. Hitler pensò che quella fosse un'eccellente opportunità per
consolidare il proprio dominio. Come Toland ricorda, dichiarò: "Ora gliela
faremo vedere. Chiunque si mette sulla nostra strada sarà fatto secco".
Nessuno morì nel fuoco del Reichstag, ma fu l'11-9 di Hitler, e figliò
l¹Atto Patriottico della sua era.

L¹illimitato Decreto di Hitler stabiliva che "restrizioni della libertà
personale, del diritto di esprimere liberamente opinioni, inclusa la libertà
di stampa, del diritto di assemblea e del diritto di associazione, e
violazioni della riservatezza della posta, comunicazioni, e mandati di
perquisizione, ordini per la confisca così come restrizioni sulla proprietà,
sono leciti oltre i limiti legali diversamente acquisiti". Ogni articolo del
Decreto del 1933 per la Protezione della Nazione e dello Stato, tranne
quello che riguarda la libertà di parola e di stampa, lo si ritrova ripetuto
nell¹Atto Patriottico che permette investigazioni, senza dover mostrare
"fondati motivi", per ottenere un mandato di comparizione per cercare tra i
dati personali contenuti nelle loro biblioteche, banca, carta di credito e
compagnie di assicurazioni - in effetti tramite qualsiasi organizzazione o
istituzione che tiene registrazioni.

Questo è il Grande Fratello di Orwell al lavoro ­ ma l'Atto è apprezzato da quelli che sostengono sempre più la supervisione dello stato e il controllo
della vita privata di normali cittadini degli Stati Uniti. L'atto di Ashcroft (come dovrebbe essere chiamato) è accettato e persino omaggiato da innumerevoli milioni di Americani che sono stati totalmente tenuti
all'oscuro dei suoi termini.