Lungi dal voler per forza vedere quello che non c’e’, almeno in un paio di foto un grosso punto interrogative e’ d’obbligo:



Questa e’ una delle prime foto, scattate da Spirit, di una delle formazioni rocciose, affioranti, di dimensioni rilevanti.
Come si puo’ notare, il trattorino non e’ ancora arrivato nei pressi della stessa poiche’ non vi sono tracce delle sue ruote.

Per dare una idea di come sono le tracce lasciate da Spirit eccone un’immagine:



Gia’ dalle prime fotografie del gruppo di rocce, se si guarda attentamente, vi e’ qualche cosa strano. Innanzi tutto la forma delle dei due massi e’ nettamente diversa: quella di sinistra molto chiara, a forma di piramide e leggermente interrata segue i canoni (se cosi’ si possono definire) del resto della superficie marziana formata da pietre aguzze e modellate simili a frammenti; la seconda invece, piu’ scura (ma probabilmente per un fattore di illuminazione) e’ grossomodo cilindrica e pare appoggiata a terra.
Ma parliamo d’altro per un attimo.
Tra gli esperimenti e le attrezzature a bordo della sonda, uno in particolare permette l’analisi del terreno e la perforazione di eventuali rocce per studiarne la composizione; questa attrezzatura e’ stata provata su una roccia (battezzata “Adirondack”) poche ore piu’ tardi.

L’attrezzatura, molto sofisticata, e’ agganciata ad un braccio telescopico che possiede un discreto grado di liberta’:




Il lavoro di prelievo dei campioni avviene in modo molto semplice, un attrezzo rotante viene appoggiato alla roccia e la stessa viene abrasa e perforata.
Il materiale cosi’ prelevato viene successivamente analizzato.
Dopo il “trattamento” del braccio meccanico sul campione di roccia rimane ovviamente una traccia:


PRIMA DEL PRELIEVO DOPO IL PRELIEVO

In dettaglio, il foro praticato dalla sonda risulta essere cosi’:


Ora possiamo tornare alla prima fotografia.

Quando Spirit si e’ avvicinato alla prima formazione rocciosa ha scattato altre foto dalle quali risulta una anomalia molto piu’ evidente:



Sulla roccia cilindrica vi e’ una macchia scura, da una foto successiva si nota meglio:




La macchia e’ molto regolare e pare essere un foro, una foto al negativo evidenzia l’anomalia:




Che cosa puo’ avere prodotto un foro cosi’ regolare ?

Forse la sonda ne ha prelevato un campione e tale operazione non e’ stata documentata, perche’?
Ma se cosi’ fosse: come ha fatto Spirit ad estrarre del materiale appoggiando l’estrattore su una superficie verticale senza spingere e spostare il sasso e, viste le dimensioni dell’apparato, senza creare tracce sul terreno nell’area circostante la roccia?
E poi il foro e’ rettangolare mentre l’estrattore produce segni circolari (vedi foto precedenti).
Prima di concludere ancora un paio di foto strane:



La piramide in lontananza sembra un pezzo staccatosi dalla grande roccia sulla sinistra,


Da una prima analisi visiva, infatti, sembra che il bordo superiore della roccia a sinistra sia molto simile a quello inferiore della piramide poco distante, cosi’ come i lati della stessa sembrano avere la stessa inclinazione di quelli della piramide:



Se in passato, forse, erano una cosa sola, cosa puo’ aver staccato la sommita’ della roccia ed averla scaraventata qualche metro piu’ in la’?

Inoltre, sempre sulla roccia di sinistra, vi e’ appoggiato qualcosa di scuro che non sembra avere niente a che fare con la pietra sottostante (sembra un pezzo di fango), ma come puo’ essersi depositato li sopra?



Per chi volesse approfondire o cercare altre anomalie, le fotografie presenti in queste pagine, sono state estratte dal sul sito ufficiale NASA:
http://marsrovers.jpl.nasa.gov/gallery