Sin dagli inizi, la CIA ha reclutato scienziati e medici importanti per sviluppare tecniche di controllo mentale tramite le droghe psicotrope e il condizionamento psicologico. Il progetto MKUltra, così come oggi lo conosciamo, rappresenta soltanto la punta dell’iceberg.


L’ascesa del Quarto Reich

L’“MK” di MKUltra individua quale sponsor del progetto il Technical Services Staff (TSS, ribattezzato Office Of Technical Service od OTS nel 1973) della Central Intelligence Agency statunitense. Il prefisso “Ultra” era già stato usato durante la Seconda Guerra Mondiale per classificare le operazioni più segrete. Ma prima di ricevere altri nomi, quello che oggi chiamiamo MKUltra era noto come Project Bluebird. Le origini oscure del Progetto Bluebird si possono far risalire soltanto a dei segreti recuperati dalle rovine del Terzo Reich; si tratta di segreti così profondi da restare tali ancora oggi.

Nel 1947, la Marina militare USA aveva lanciato la propria versione del Project Bluebird, battezzata Project Chatter. Nel 1951, il Project Bluebird si era evoluto nel Project Artichoke, che a sua volta, nel 1953, era diventato il Project MKUltra. Non esistono informazioni sul Project Bluebird, ma un memorandum del Project Artichoke datato gennaio 1952 chiede subdolamente:

“Possiamo controllare un individuo a tal punto da fargli eseguire i nostri ordini anche quando vanno contro la sua volontà e persino contro leggi fondamentali della natura come quella di autoconservazione?” (G.H. Eastbrooks, “Hypnosis comes of age”, Science Digest, aprile 1971, pp. 44-50).


Henry Puharich e José Delgado

Nel 1947, Henry (Andrija) K. Puharich ricevette la sua laurea in medicina dalla Northwestern University attraverso il programma di specializzazione dell’esercito statunitense. Ancora studente, si era fatto notare nell’ambito della scienza cognitiva con il suo pionieristico studio intitolato “Una teoria della conduzione nervosa”. Nel suo studio, postulava che le unità neuroniche irradiassero e ricevessero onde di energia nelle bande di onde ultracorte sotto l’infrarosso e sopra lo spettro radar, e che ciò le rendesse, in effetti, una sorta di radio biologica, una ricetrasmittente.

La teoria di Puharich rappresentò una sorta di epifania per José Manuel Rodríguez Delgado, che insegnava a Yale all’epoca in cui lo studio di Puharich venne pubblicato, e che si ritiene sia stato il principale scienziato e tecnico del famigerato progetto MKUltra della CIA. Una decina d’anni dopo, Delgado sarebbe stato co-autore del primo studio di Puharich sull’impianto di elettrodi nel cervello umano. Nei due decenni successivi avrebbe scritto 134 pubblicazioni scientifiche sulla stimolazione elettrica di gatti, scimmie ed esseri umani.
Una volta a Cordoba, da showman nato qual era, Delgado si fece caricare al centro di un’arena da un toro che aveva uno dei suoi “stimorecettori” brevettati impiantato nel cervello. Senza scomporsi, premette un pulsante sul telecomando che aveva in mano e fermò la bestia nel bel mezzo della carica. Era un esplicito sostenitore di un mondo migliore raggiungibile attraverso il controllo mentale cibernetico. Scrisse persino un libro sull’argomento, intitolato Physical Control of the Mind: Toward a Psychocivilized Society (Controllo fisico della mente: Verso una società psicocivilizzata). Era il “cattivo” ideale, mentre Puharich si limitava a lavorare nell’ombra.
In qualità di tirocinante, Puharich effettuò degli esperimenti con farmaci prodotti dalla Sandoz Chemical Works, la compagnia farmaceutica che elaborò l’LSD. Durante quel periodo era influenzato dal lavoro pionieristico di Joseph Banks Rhine, il fondatore della parapsicologia, e dopo aver completato il suo tirocinio, si mise a studiare le percezioni extrasensoriali (ESP) come estensione della sua ricerca universitaria sulla conduzione nervosa.
Una volta Puharich, sempre in vena di “spiegazioni”, fece notare che stava

“cercando di stabilire… che il cervello è un ambito in cui è localizzata l’energia cellulare del corpo”.

E aggiunse:

“Definirò quest’energia cellulare ‘dinamica’. E andrò oltre, azzardandomi a dire che è possibile trasferire la dinamica da una persona a un’altra.” (140)

Secondo Puharich, si sapeva

“… che ci sono persone in grado di eccitarne e di euforizzarne delle altre, così come ci sono persone che semplicemente annoiano e affaticano gli altri. Ciò implica l’esistenza di un trasferimento senza fili e senza contatto di questa sostanza vitale. Se la dinamica si può trasferire da un organismo  all’altro, perché lo stesso non si può fare con l’altra funzione del cervello, il pensiero, trasferendolo da una mente a un’altra? È altresì concepibile che la dinamica non solo passi liberamente da una persona all’altra, ma si disperda anche nell’atmosfera.” (141)

Nel 1949 Puharich incontrò Eileen Garrett, futura cofondatrice della Parapsychology Foundation di New York City. Quest’ultima lo presentò a John Hays Hammond Jr, l’uomo che, per il decennio successivo, sarebbe stato carissimo amico e “mentore” di Puharich. (142)
Wikipedia definisce Hammond “Il padre del controllo radio”, consistente nell’inviare dei segnali a congegni controllati a distanza. Quando morì nel 1965 all’età di 76 anni, Hammond, formatosi a Yale e ricco sfondato dalla nascita, era proprietario di 800 brevetti internazionali e nazionali su più di 400 invenzioni, soprattutto nei campi del controllo radio e degli armamenti navali.
Nel 1929 Hammond si era costruito un castello vero e proprio, con tanto di ponte levatoio, che si affacciava sul porto di Glouchester in Massachusetts. Attualmente è un museo che offre tour guidati della sua leggendaria collezione di arte romana, medievale e rinascimentale.
 

Le indagini sull’MKUltra

La maggior parte dei fatti riguardanti l’MKUltra proviene da deposizioni e testimonianze giurate, fornite prima alla commissione Rockefeller e poi al Comitato Church, nonché dall’unico rapporto ufficiale ancora esistente su cui gli investigatori sono riusciti a mettere le mani. Il rapporto fu redatto dall’Ufficio dell’ispettore generale nel 1963, quando la somministrazione surrettizia di droghe a soggetti inconsapevoli all’interno del programma MKUltra fu presumibilmente interrotta.

Il rapporto definisce l’MKUltra

“ricerca e sviluppo di materiali chimici, biologici e radiologici impiegabili in operazioni clandestine finalizzate a controllare il comportamento umano”.

E prosegue dicendo che

“ulteriori possibilità di controllo del comportamento umano erano state definite… adeguate all’investigazione ai sensi dell’MKUltra, tra cui radiazioni, elettroshock, vari campi della psicologia, dell’antropologia e della grafologia, sostanze impiegate per gli interrogatori, nonché congegni e materiali paramilitari”. (143)

Altre informazioni attendibili sull’MKUltra si possono raccogliere dalle testimonianze offerte durante l’udienza tenutasi di fronte al senato americano nel 1977. L’udienza in questione scaturì dalle sette scatole di documenti contenenti circa 8.000 pagine che la CIA aveva prodotto nei mesi precedenti di quell’anno in risposta a una richiesta avanzata in base alla legge sulla libertà d’informazione (Freedom of Information Act o FOIA). I documenti, pesantemente censurati, emersero all’inizio del 1977, anche se Richard Helms, direttore della CIA (DCI) dal 30 giugno del 1966 al 2 febbraio del 1973 aveva ordinato, durante il suo mandato, di distruggere tutta la documentazione relativa all’MKUltra. I nuovi documenti sopravvissero soltanto grazie a un errore d’ufficio. Trattasi di dati di bilancio che offrono poche informazioni ulteriori rispetto a quelle già ottenute dalla Commissione Rockefeller e dalla Commissione Church. Alcune informazioni superstiti sull’MKUltra sono state poi ufficialmente declassificate soltanto nel luglio del 2001... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU NEXUS NEW TIMES N. 122!!

 


 


Gli autori:
• Jack Heart è un editorialista di VeteransToday.com. Per i suoi dettagli biografici e i suoi articoli, visitate VeteransToday.com/author/jackheart/. Per ulteriori informazioni, visitate il suo blog www.jackheart2014.blogspot.com.
• Orage è un ricercatore esperto di riconoscimento di schemi che assiste Jack Heart nei suoi sforzi letterari. Visitate www.mensch-orage.blogspot.com
[Sito web: http://www.veteranstoday.com - Pagina web: http://tinyurl.com/h64g28w]


Nota del redattore:
Questo articolo è tratto da “MKUltra – Cybernetic Mutation, Remote Controlled Slaves, Dragon Soldiers and a Zombie Empire; Paint it Blue…” di Jack Heart e Orage. Le note di fine testo sono disponibili presso la pagina web http://tinyurl.com/h64g28w. La numerazione delle note segue quella di “Shadow of Nemesis 5” all’indirizzo http://tinyurl.com/gp2a46m. L’articolo in due parti degli autori intitolato “L’ombra della Nemesi” è stato pubblicato su NEXUS nr.i 119 e 120.