In un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica PNAS, i ricercatori del Nijmegen Medical Centre dell’Università Radboud, in Olanda, hanno fornito le prime prove scientifiche del fatto che, con l’aiuto di tecniche semplici quali esercizi di respirazione, meditazione e l’esposizione ripetuta al freddo, è possibile attivare il sistema nervoso autonomo e modificare la risposta del proprio sistema immunitario.

Fino ad ora, si è considerato impossibile influenzare volontariamente sia il sistema nervoso autonomo che il sistema immunitario innato. Lo studio dimostra che, attraverso la pratica di tecniche che si possono imparare frequentando brevi corsi, si può influenzare volontariamente il sistema nervoso simpatico e il sistema immunitario. Questa ricerca potrebbe avere importanti implicazioni per la cura di vari disturbi di tipo infiammatorio, in particolare le malattie autoimmuni per cui si sono rivelate benefiche le terapie antagoniste delle citochine pro-infiammatorie.

[Fonte: ScienceDaily.com, 5 maggio 2014]


Articolo tratto dalla rubrica Villaggio Globale, di NEXUS New Times n.112, Ottobre - Novembre 2014


Articoli correlati: